image-391

Catania Family Lab

info@cataniafamilylab.it

Vai a Facebook

Cercaci su Instagram

 

COLLEGAMENTI VELOCI


facebook
instagram

Il magazine delle famiglie


facebook
instagram
phone
messenger
whatsapp

Idee, news e informazioni utili

Diastasi addominale: la ginnastica ipopressiva può aiutare?

19-02-2021 11:26

Alessandra Drago

Gravidanza e post parto, I professionisti, Fisioterapista, diastasi addominale, ginnastica ipopressiva, fisioterapia,

Diastasi addominale: la ginnastica ipopressiva può aiutare?

La ginnastica ipopressiva con metodo Caufriez riesce a recuperare dei casi di diastasi addominale senza ricorrere ad interventi chirurgici. Ma in cosa consiste?

La diastasi addominale è una patologia che, entro certi limiti potrebbe essere recuperata grazie alla ginnastica ipopressiva.

Ma di cosa si tratta?

ginnasticaipopressivaperdiastasiaddominale-1613990322.jpeg

La ginnastica ipopressiva è essenzialmente una ginnastica posturale. 

 

È stata ideata da Marcel Caufriez, professore a Barcellona ma di origine Belga. Lui ha creato, brevettato e depositato i diritti di questa metodica, coniando il termine e costantemente (da più di 10 anni) facendo articoli e studi scientifici sulla validità  di tale ginnastica.

 

Ciò detto qualsiasi altra ginnastica addominale che non sia metodo Caufriez, non è ginnastica ipopressiva. Questo è  fondamentale perché dietro tale tecnica ci sono anni di studi e di importanti ricerche che dimostrano la sua efficacia.

 

LEGGI ANCHE: Pancia sporgente dopo il parto? Potrebbe trattarsi di diastasi

Come funziona questa ginnastica? 

Si tratta di una tecnica che ripristina la corretta postura e induce una ipopressione addominale. Per questo motivo permette di curare qualsiasi tipo di protrusione, diastasi addominale, difetti posturali, respiratori ed urogenitali (dall’incontinenza alle disfunzioni genitali) con un efficacia comprovata ed evidenziata da indagini strumentali.  

In cosa differisce dalle altre tecniche? 

ginnasticaipopressiva-1613990389.jpeg

 

Il successo deriva dalla tecnica stessa che permette di correggere le cause dell' iperpressione e di integrare nel tempo le corrette posture nella vita di tutti i giorni, permettendo contemporaneamente di migliorare postura, disturbi della colonna, ipotonia del piano pelvico (evitando o riducendo prolassi) e respiratori.

Quindi si mantengono i benefici nel tempo.

Chi deve evitare di fare la ginnastica ipopressiva? 

  • Chi ha disturbi di ipertensione deve essere monitorata costantemente.
  • Chi ha appena partorito, deve aspettare 3 mesi per iniziare. 
  • Chi prende farmaci che influenzano la pressione sanguigna. 
  • Chi è in dolce attesa o sta cercando di esserlo (causa contrazioni uterine che non sono favorevoli ad uno stato di gravidanza).

Quanto dura il percorso terapeutico?

metodocaufriezperdiastasiaddominale-1613990354.jpeg

Tutto il percorso ha una durata minima di 6 mesi:

I primi 3 con un lavoro individuale, con incontri settimanali di un ora. I tre mesi successivi si lavora in gruppo con incontri bisettimanal o si lavora a casa con controlli ogni 15 giorni circa. 

Quando si iniziano a vedere i primi risultati?

Dal primo mese si vede già un sostanziale cambiamento, ovviamente dipende dall’assiduità della paziente, dal tono muscolare e dal grado di diastasi iniziale. 

 

POTREBBE INTERESSARTI: Quando riprendere l'attività fisica dopo il parto?

 

Vuoi saperne di più su questa ginnastica o sulla diastasi addominale?

La dott.ssa Alessandra Drago terrà un incontro in collaborazione con l'associazione Ciciulio di Mamme insieme alla dott.ssa Chiara Distefano Chirurgo Plastico ed Estetico l'11 Marzo alle 10.30 sulla piattaforma Zoom. 

Se vuoi prenotarti, manda un messaggio whatsapp al num. 3312432551

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder