image-391

Catania Family Lab

info@cataniafamilylab.it

Vai a Facebook

Cercaci su Instagram

 

COLLEGAMENTI VELOCI


facebook
instagram

Il magazine delle famiglie


facebook
instagram
phone
messenger
whatsapp

Idee, news e informazioni utili

Supporti portabebè: quali sono e come funzionano

12-11-2020 13:39

Laura Angela Zappala

Gravidanza e post parto, Mondo genitori, Genitori 0-3, I professionisti, Consulente del Portare, babywearing, supporti portabebè, consulente del portare, fascioteca catania, babywearing catania , fasce portabebè a catania ,

Supporti portabebè: quali sono e come funzionano

Cosa intendiamo per supporto portabebè? Quanti tipi ne esitono? Perchè è importante scegliere quello giusto? Ce lo spiega la nostra Consulente del Por

supporti-portabebe-.jpg


Cosa intendiamo per supporto portabebè? Quanti tipi ne esitono? Perchè è importante scegliere quello giusto? Ce lo spiega la nostra Consulente del Portare ® Laura Angela Zappalà di Fascioteca Catania


Qualsiasi prodotto che ci aiuta a portare in braccio i bimbi alleviando il nostro corpo dal loro peso è da considerarsi un supporto portabebè. E ne esistono di tantissime tipologie.


È così importante avere tutta questa scelta?
Sì, perché ogni coppia -bimbo/adulto- è diversa e diverse sono le esigenze.

 

Fondamentalmente esistono tre grandi categorie:

 

  • supporti non strutturati
  • semi strutturati
  • gli strutturati.

 

Analizziamoli insieme singolarmente.

I supporti portabebè non strutturati

fascia-supporto-portabebe-1024x944-.jpg

I NON strutturati sono le FASCE RIGIDE ed ELASTICHE.

 

Le fasce rigide, tradizionalmente, sono fatte di tessuto ad armatura twill una lavorazione che conferisce loro una ottima resistenza ma anche una diagonale che avvolgerà adulti e bambini senza mai creare punti di tensione.

 

Ovviamente parlare solo di armatura twill è riduttivo. Oggi si sperimenta moltissimo tra i tessitori, sia relativamente al tipo di fibre utilizzate, sia appunto alle lavorazioni a telaio. Basta che sia un tessuto resistente, avvolgente e facile da legare.

 

Non vi sto chiedendo di andare in merceria ad impazzire tra mille proposte: esistono già moltissimi marchi che si occupano solo di questo e trovate le fasce già belle e pronte.

 

Attenzione però!
Le fasce hanno le misure. Dalla taglia 2 alla 7.

 

Che significa? Che potete scegliere di lavorare con tanto o poco tessuto, tutto dipende dalla voglia di imparare e dallo stile di vita.

 

La maggior parte dei bimi inizia ad abbandonare la fascia quando cammina con sicurezza, altri aspettano un po' di più ma nella maggior parte dei casi il percorso non va oltre i tre anni.

 

Con una fascia si può fare tutto il percorso. Budget minimo necessario, circa 60€. Comodità massima. Praticità leggermente limitata a causa delle legature da imparare.

 

Le fasce elastiche invece sono una categoria diversa. Ne esistono di due tipologie di cui una leggermente più elastica dell'altra.
Sono sicuramente i supporti più avvolgenti e morbidi. Ricordano molto l'idea di neonato che ha la nostra cultura, avvolto in morbida ciniglia.

 

Rispettano moltissimo la posizione naturale dei due corpi. Sono sicuramente più semplici da trovare perché diffuse anche nei vari negozi per bambini.

 

Il budget minimo anche qui si aggira sui 60€ ma la durata nel tempo non è quella della fascia rigida. Capita di non sentirle sostenitive al crescere del peso del bimbo.

 

Pratiche tanto quanto le fasce rigide, quindi dipendono dalla vostra voglia di imparare le legature.

I supporti portabebè semi strutturati

ring-sling-supporti-portabebe-768x1024-.jpg

I supporti semi strutturati sono invece dei supporti che continuano ad essere creati in tessuti simili a quelli utilizzati per le fasce rigide ma a differenza di queste, presentano delle fibbie o degli anelli o delle cuciture che vi aiutano nella chiusura.

 

Le più diffuse sono le ringslig o fasce ad anelli ma anche le fasce tubolari o pouch.

 

Possono essere usate molto presto anche se la posizione ottimale è quella sul fianco, da usare verso i tre mesi d'età.

 

Che significa?
Che non li possiamo scegliere se abbiamo in mente di fare lunghe passeggiate o se abbiamo dei problemi posturali. Anche qui con una sessantina di euro possiamo fare ottimi acquisti.

 

Nella stessa categoria rientrano i Mei tai che invece sono degli zainetti ma che invece di fibbie, hanno nodi.

 

Hanno la stessa durata della fascia rigida, anche se perdono leggermente in comodità acquistando sicuramente un po' di praticità.

I supporti strutturati:

i marsupi portabebè

La parola “marsupio”, solo 5 anni fa, richiudeva pochissimi prodotti e di solito si perdeva moltissimo in comodità. Oggi esistono progetti fantastici e una enorme varietà di disegni.

 

Praticamente ogni corpo può trovare quello adatto, un po' come accade con le scarpe. I nuovi progetti, che crescono con i bambini, di solito possono essere usati dal secondo mese di vita fino - anche qui - i 3 anni di età. Trovando quello adatto al nostro corpo, la comodità sarà ottima.

Il budget cambia: la spesa è di circa 140€.

 

Quanti tipo di calzature conoscete?
Pensate che qualsiasi piede può trovare quelle adatte alla sua forma e al tipo di strada che percorrerà?

 

Per i supporti portabebè è esattamente la stessa cosa.

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder