image-391

Catania Family Lab

info@cataniafamilylab.it

Vai a Facebook

Cercaci su Instagram

 

COLLEGAMENTI VELOCI


facebook
instagram

Il magazine delle famiglie


facebook
instagram
phone
messenger
whatsapp

Idee, news e informazioni utili

Tagesmutter: un punto di riferimento per bimbi e famiglie

09-11-2020 20:12

Redazionale

Mondo genitori, Family News, adv, asilo nido, catania, nido familiare, lucia damino, mascalucia, tagesmutter, tagesmutter catania, asilo in casa catania, asilo in casa,

Tagesmutter: un punto di riferimento per bimbi e famiglie

Tagesmutter: l'asilo in casa è diventato una realtà a Catania. Un'intervista alla "mamma di giorno", Lucia Damino.

babycasa-tagesmutter-catania-.jpeg

Si chiamano "mamme di giorno" e - come facevano le nostre nonne e le nostre zie - accolgono in casa propria i bimbi facendo vivere loro la serenità di un ambiente domestico ma immersi nella socialità. Sono le tagesmutter e forse è quello di cui hai bisogno, ma non sapevi esistessero!

Un proverbio africano recita:

 

Non ci siamo più abituati, ma in effetti fino a qualche decennio fa era così: le nonne - o le zie - che non lavoravano tenevano i nipoti, spesso più di uno, e li crescevano in casa propria. Sostituivano di fatto la mamma che in quel momento era a lavoro. Per molti di noi le nonne sono state delle seconde mamme. E se vi dicessimo che c'è una figura che fa questo per voi, pur non essendo effettivamente "di famiglia"?

 

Si chiamano tagesmutter, "mamme di giorno", ed effettivamente la definizione calza a pennello. Se le babysitter sono note per andare a domicilio della famiglia, qui il funzionamento è esattamente opposto: i bimbi vengono accolti a casa dalle "mamme di giorno" e condividono con gli altri bimbi di casa giochi e ambienti. Proprio come facevamo da bambini con i cuginetti a casa della nonna o della zia.

Cosa fa una tagesmutter?

lucia-damino-tagesmutter-catania-.jpg

A raccontarci chi è una tagesmutter e cosa può offrire questa figura alle famiglie, è Lucia Damino, che tagesmutter lo è per mestiere ormai da dieci anni.

 

"Ho una famiglia mia, tre figli e ogni mattina apro la porta di casa per accogliere i bimbi che mi vengono affidati. Non sono un nido, né una ludoteca: mi occupo di loro come faccio con i miei figli, né più e né meno".

 

"Sono le 7 e il bimbo che arriva non ha ancora fatto colazione? In cucina si aggiunge un posto e si fa colazione tutti insieme. Poi per i più piccoli iniziano le attività didattiche: il mio è un approccio di tipo montessoriano, quindi tutto è pensato nell'ottica dello sviluppo dell'autonomia. I bambini vivono la famiglia e la casa, imparano come si apparecchia la tavola, ad allacciarsi le scarpe, a riporre i giochi dopo aver fatto le loro attività".

 

"E tutto con semplicità. A volte capita che arrivino bambini che hanno due anni e non proferiscono parola e che in qualche mese esplodano. Magia? No, mi limito ad assisterli nel loro percorso di autonomia".

 

A differenza dei nidi o delle ludoteche non ci sono orari stabiliti: "Tutto si adatta alle esigenze dei bambini e della famiglia. Spesso quando si parla di tagesmutter si pensa soprattutto ai piccolissimi, ma in realtà non è così. Ci occupiamo anche dei più grandi: facciamo fare i compiti il pomeriggio, li andiamo a prendere a scuola se i genitori non possono, li accompagniamo a fare sport. Esattamente come farei e come faccio per i miei figli. Diventiamo un punto di riferimento, per tutta la famiglia, non solo per il bambino".

tagesmutter-catania-doposcuola-.jpeg

"Accetto una presenza contemporanea di massimo 5 bambini: questo è una tutela per i genitori e una serenità per i più piccoli. Niente classi pollaio: i bambini si sentono a casa loro ma sono in un contesto di socialità che li aiuta a crescere in autonomia".

 

"Babycasa Tagesmutter vuole essere un punto di riferimento per mamme in difficoltà a prezzi davvero accessibili, giusto un simbolo per aiutare noi mamme giovani che ci occupiamo dei vostri bambini quando non potete. Siamo proprio una seconda mamma, non un asilo. Ci dedichiamo interamente ai vostri piccoli come se fossero nostri, con tutto l’amore e la dedizione possibile".

 

E tuoi figli come la vivono?

 

"Vi racconto un aneddoto che secondo me spiega tutto. Quando qualche anno fa è nato Marco, il mio terzo figlio non mi sono sentita solo un momento. Già in ospedale ho ricevuto tantissime chiamate dalle mamme dei bimbi che seguivo e di quelli che sono ormai grandi ma con le quali sono rimasta in contatto. Quando siamo usciti dall'ospedale ad aspettarci a casa non c'erano solo Chiara e Andrea (i suoi figli, ndr), ma anche altri 10/15 fratellini che aspettavano Marco e Tata Lucia".

 

E con il Covid?

 

"Da noi cambia poco, le regole sono le stesse che in qualsiasi altra struttura. I bambini arrivato a casa tolgono le scarpine e lavano le manine. Io porto la mascherina ffp2 a prescindere, sempre. Ho un polmone solo, ma non è questo il punto: non metterei mai a rischio la salute dei bambini. E poi siamo una cooperativa sociale. Questo significa che come in ogni azienda abbiamo un responsabile della sicurezza e - adesso - un responsabile covid"

Come si diventa tagesmutter?

"Io ho iniziato nel 2010, quando è nato il mio secondo figlio. Come tutte le mamme ero alla ricerca di un'attività lavorativa che mi consentisse di conciliare i tempi della famiglia in evoluzione. Con un bimbo piccolo sappiamo tutti che non è semplice. È stato allora che mi sono imbattuta nella realtà delle tagesmutter. Ho parlato con Hanna RochMiller , una tagesmutter svizzera: mi ha aperto un mondo. E mi ha cambiato la vita".

 

"Mi disse: 'Hai una casa? Allora puoi fare la tagesmutter. Più è grande la casa più sarà grande il progetto, ma non importa quanto grande sia'. Ed è così che ho iniziato la mia formazione e ho cominciato ad aiutare altre famiglie".

 

"Ho aperto la mia Babycasa Tagesmutter a Mascalucia. Poi qualche anno dopo ho conosciuto Vita Baio: anche lei incuriosita da questo mondo ha deciso di aprire la sua casa. Così quella che prima era un'associazione si è trasformata in una cooperativa sociale: questo significa che chi decide di diventare tagesmutter con noi può contare su una struttura che accompagna in tutto il percorso, dalla formazione alla consulenza tecnica per la casa, alla consulenza fiscale".

Cosa serve per diventare tagesmutter?

"Vi rispondo come mi rispose Hanna: serve una casa. E il vostro amore. Niente di più. Chiaramente tutto deve essere a norma: impianto elettrico, impianto gas e il resto. Bisogna essere più attenti di quanto non lo si sia per le nostre famiglie avendo chiaramente responsabilità di minori altrui. Ma basta davvero solo questo. Poi ci sarà il nostro corso che vi darà la formazione per lavorare a casa vostra supportate, aiutate e tutelate da un Ente-Gestore ogni giorno".

 

Hai bisogno di una tagesmutter? O vorresti diventarlo?

 

Contatta Lucia Damino e la cooperativa sociale Babycasa Tagesmutter!


Le sedi Babycasa Tagesmutter sono:

 

  • in Via IV Novembre 28 a Mascalucia (CT)
  • in Via Partigiani d’Italia 8 a Catania
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder